• Registrati
Home  //  Archivio Notizie  //  Uffici Giudiziari  //  Riduzione del contenzioso giudiziario dell'Istituto.

Albo Avvocati

Albo Avvocati

Modulistica

Modulistica

Formazione

Formazione Permanente

Mediazione


Scuola & Difens.

Scuola Forense

Area Riservata

05
Mar
2009
Riduzione del contenzioso giudiziario dell'Istituto.
PDF
Stampa
E-mail
Utilizzo avvocati domiciliatari - Formazione Liste Provinciali

Con la circolare n.25 del 20/02/2009  l'Istituto ha previsto, quale intervento finalizzato al contenimento de al ridimensionamento del contenzioso giudiziario amministrativo nell'area legale, la figura dell'avvocato domiciliatario che verrà utilizzato oltre che per la sola domiciliazione, per lo svolgimento di tutta l'attività di sostituzione in udienze degli avvocati dell'Istituto.

Nella fase di prima applicazione si rende necessario acquisire un elenco di professionisti - su base provinciale - facente capo ad ogni singolo Consiglio dell'Ordine presso ogni Tribunale della Regione, corredato da tutte le relative domande dei professionisti.
Per potere accedere alla lista provinciale e per conservare l'iscrizione alla stessa i professionisti devono altresì rilasciare formale dichiarazione di responsabilità - da allegare alla domanda - in cui deve essere dichiarato il possesso dei seguenti requisiti:
-    non avere giudizi in corso, né come attore, né come convenuto, né in qualità di difensore di terzi, nei confronti dell'Istituto;
-    sottoscrizione di una clausola di non concorrenza, da parte del domiciliatario, nei  confronti dell'Istituto per due anni dalla cessazione del rapporto di collaborazione con l'Inps;
-    iscrizione all'Albo degli Avvocati;
-    possesso delle competenze per trattare le controversie specifiche e proprie dell'Ente;
-    polizza assicurativa, con validità residua non inferiore a tre anni, per la copertura della propria responsabilità professionale;
Sarà cura del Coordinatore Generale Legale dell'Istituto individuare i nominativi degli avvocati componenti le singole liste provinciali, in considerazione della quantificazione degli avvocati domiciliatari necessari, della individuazione delle aree geografiche che necessitano del loro operato, nonché del numero dei giudizi pendenti presso i Tribunali interessati e con predeterminazione di criteri oggettivi come esperienza e professionalità.
Le liste avranno di regola la durata di tre anni e, in caso di revoca dell'incarico o rinuncia da parte dei singoli professionisti, ovvero per sopravvenute esigenze, potranno essere implementate trimestralmente.